Saper ascoltare l’universo!

In nessun luogo dello spazio il nostro sguardo si poserà su forme familiari di alberi o piante o di un qualsiasi animale che condivide con noi il nostro mondo.
Qualunque forma di vita incontreremo sarà altrettanto strana e aliena, dalle mostruose creature degli abissi marini agli imperi degli insetti i cui orrori ci sono nascosti dalla loro naturale scala microscopica.
Giancarlo Genta, professore di Progettazione e Costruzione di Macchine del Politecnico di Torino e Direttore del Centro Italiano “SETI” Search for Extra-Terrestrial Intelligence (Ricerca di Intelligenza Extraterrestre, fondata da Frank Drake e Carl Sagan nel 1974) è un’organizzazione scientifica privata, senza scopi di lucro, la cui sede centrale è a Mountain View, in California, sottolinea come oggi sia possibile fare de...

Read More

Il mostro di Pope Lick

Un mostro spaventoso si aggirerebbe nella vecchia ferrovia nella zona di Fisherville nella città di Louisville nel Kentucky. Sembrerebbe trattarsi di un essere ibrido, uomo-capra, chiamato Pope Lick, avvistata da alcuni e confermata anche dallo studioso David Domine.

hombre-cabra_zps113d3d3d

La sua descrizione sarebbe questa: ricoperto da un folta pelliccia e zampe possenti, possiede corna affilate che sporgono dalla fronte ma vengono nascoste dai suoi lunghi capelli. Il suo corpo è deformato simile a quello di una capra ma con sembianze
umane.
Ci sono varie teorie sul modus operandi seguito dal mostro nell’uccidere i malcapitati, una di queste lo vedrebbe in grado di usare l’ipnosi per trascinare le vittime sui binari di un treno in arrivo per far sì che ne vengano travolte.
Un’altra ipotesi sostiene invece...

Read More

Il mostro di Flatwoods

Immagine correlata

La sera del 12 settembre del 1952, in West Virginia nei pressi di Sutton a Flatwoods nella contea di Braxton, dei ragazzi videro un oggetto a forma di disco molto luminoso e di un colore rosso scuro che illuminava gran parte del posto, fino a sparire poi dietro a una collina. Incuriositi andarono a chiamare la signora Kathleen May e il signor Gene Lemon, col suo cane ed una torcia elettrica (dato che stava facendo buio), decisero di seguire le tracce di quella strana luce inspiegabile comparsa ai loro occhi. Le sette persone giunte sul posto notarono gli strani comportamenti del cane di Lemon, che abbaiava senza nessuna spiegazione e sembrava impaurito...

Read More

La storia di Babbo Natale e della Befana

Babbo Natale:

Cari bambini e bambine, Babbo Natale esiste e la sua storia nasce in Turchia a Patara di Licia, 270 circa, da buon uomo divenuto Vescovo ed infine Santo: San Nicola.
Nicola era di famiglia benestante ma dedicò la sua vita a donare, oltre ai regali, gioia e felicità alle persone, egli aveva una lunga barba bianca e vestiva sempre di rosso.
La leggenda vuole che un nobile caduto in disgrazia andò da Nicola per parlare del futuro delle sue tre figlie le quali, senza un lavoro o una dote, non avrebbero mai potuto farsi una vita se non quella della strada. Nicola si commosse a tal punto che gettò nella casa delle ragazze un sacco di monete d’oro, ripetendo il gesto anche per la seconda notte, ma la terza trovò la finestra chiusa.
Il Vescovo non si arrese, si arrampicò sul ...

Read More

Il Demone di Dover

Il 27 aprile 1977, in un piccolo sobborgo nei pressi del Massachusetts chiamato Dover, venne avvistata una creatura alta 1,20 cm con membra sottili e una grossa testa tonda, braccia e gambe lunghe e magre, dita sottili, occhi fosforescenti, privo di peli, senza naso e senza bocca.

La creatura, denominata ‘il Demone di Dover’, fu osservata verso le 22,30 circa dal diciassettenne Bill Bartlett, mentre stava guidando la propria auto con altri due suoi amici, ad un tratto qualcosa si muoveva accanto a un muro di sassi, ai margini della strada.

Il mostro si accorse dei ragazzi e fisso lo sguardo sui fari della macchina; Bill osservo quei suoi occhi cosi grandi e brillanti, come due biglie di colore arancione.

I criptozoologi, non credono assolutamente a queste versioni di leggende metropolitan...

Read More

La Pietra di Palenque

La cosiddetta Pietra di Palenque è uno dei ritrovamenti archeologici, che più di altri hanno stimolato la “paleoastronautica”,( una parte dell’ archeologia che si basa su eventuali sbarchi sulla Terra in epoche remote, di visitatori extraterrestri, ma non è riconosciuta dalla scienza ufficiale).
Siamo in Messico, nella regione del Chiapas, 150 Km a nord-est di Tuxtla Gutierrez, e qui che si trova la città di Palenque, famosa per un sito archeologico di grande interesse. Qui sono state effettivamente ritrovate, alcune fra le più belle opere di architettura e scultura, che l’antica civiltà Maya abbia mai prodotto.
Era l’aprile del 1840 quando John Stephens e Frederick Chatherwood, (un avvocato americano e un disegnatore inglese), esplorando la giungla dello Yucatan, si sono trovati di ...

Read More

1947, i primi avvistamenti, i primi celebri contattisti e gli UFO sbarcano al cinema!

Risultati immagini per Kenneth Arnold

Il 24 giugno 1947, il pilota privato statunitense Kenneth Arnold, mentre sorvolava il Monte Rainer, nei pressi di Washington, segnalò l’avvistamento di nove oggetti volanti misteriosi di colore argento che volteggiavano in una formazione “a cono”, rimbalzando e rincorrendosi sul pelo d’acqua, come dei grandi piatti rovesciati: da qui il nome di “Flying Saucers” o Piatti Volanti.
Da allora e negli anni successivi, le segnalazioni e gli avvistamenti dei cosiddetti UFO da parte di persone, aerei e navi militari non si sono più contate.
L’interesse, l’attenzione e l’alone di mistero che anche i mass-media crearono intorno all’argomento, fecero si che si arrivasse a parlare di un vero e proprio “fenomeno sociale”.
L’argomento accese talmente tanto l’immaginazione collettiva da far nascere, d...

Read More

La leggenda della finestra sulla roccia

A Cuernavaca la capitale dello Stato di Morelos, uno degli stati più piccoli ma ricchi di storia del Messico, tra la gente di Tepoztlan nella valle sovrastata dal Tepozteco, ancora oggi viene considerata la montagna sacra con una piramide, che era un luogo di pellegrinaggio già per gli antichi Aztechi. In questo angolo di mondo, dove tradizioni antiche e fede attuale si accavallano, sono moltissime le persone di ogni ceto sociale, istruzione ed età che possono raccontare una storia personale legata ai dischi volanti. Sembra che qui molte persone, sia del posto che turisti, riescano a vedere delle luci che solcano i cieli e che sembrano uscire proprio dalle montagne circostanti. La gente li chiama “i pezzetti di Sole”, perché la luce che emanano è spesso arancione-rossastra...

Read More

Project Blue Book e il Caso Majestic-12

Ma esistono davvero i dischi volanti o, come ritengono molti psicologi, sono solo allucinazioni collettive?
E’ vero che i fenomeni di tipo ufologico nascono soprattutto in determinati periodi storici, chiamati dalla necessità di allontanare paure come quelle della guerra, o dall’esigenza di evadere dalla noia quotidiana?
Secondo gli ufologi, ovviamente, i cosiddetti dischi volanti non sarebbero affatto allucinazioni, ma piuttosto reali apparecchi provenienti da altri pianeti.
Inoltre, sarebbero mossi da un’energia sconosciuta, forse di origine magnetica.
Certo che, per esempio, negli Stati Uniti l’espandersi del ” fenomeno UFO “, da semplice curiosità iniziale si è trasformato velocemente in un interesse più serio, capace di coinvolgere inevitabilmente i governi e le autorità militari, u...

Read More

Le linee di Nazca

L’altopiano di Nazca si trova nel Perù meridionale, si estende su una superficie di circa 500 chilometri quadrati, ed è composto prevalentemente da sabbia e argilla.
Eppure, in questo luogo semi desertico, i misteri sono di casa e ancora oggi rappresentano uno degli enigmi più affascinanti dell’archeologia mondiale.
La civiltà dei Nazca si è sviluppata in questa zona tra il II secolo a.C e il VI secolo d.C e il loro popolo era importante, anche se poco conosciuto.
Una missione italiana li ha studiati a fondo: cosi sappiamo che vivevano in diversi villaggi, erano abili agricoltore, amanti della musica e le loro cerimonie si svolgevano intorno ad una grande piramide di mattoni.
Una piramide, come il resto degli edifici dedicati ai riti sacri, pare che abbiano abbandonato intorno al 150...

Read More