L’Antica Religione

wicca

L’Antica Religione o Vecchia Religione è un culto di origini pagane precedente al cristianesimo. Se ne hanno già tracce nel periodo pre-etrusco, quando ancora non esisteva una religione strutturata e la religiosità conosciuta era basata su riti sciamanici legati alla terra ed agli spiriti della natura, con la convinzione che gli antenati dopo il trapasso restassero a vegliare sui propri discendenti. Gli spiriti degli sciamani maggiormente dotati poi restavano anche col passare dei secoli, e, come vere e proprie divinità, ritenuti in grado di influenzare la natura stessa.
Difficile dare una definizione definitiva di cosa sia in quanto ognuno ha le sue idee e più o meno ipotesi a riguardo, ma di base i concetti restano quelli, c’è un detto famoso tra le streghe che cita: “se fai una domanda a dodici streghe, otterrai tredici risposte”.
L’Antica Religione divenne poi religione a se stante, più tardi mescolata con altri culti, ma restando la madre delle altre, non è infatti strano notare come alcune festività di altre religioni, cristiana compresa, combacino con questa.
La prima fede in una divinità femminile risale al Paleolitico, quando si dipendeva dalla terra ed i suoi cicli per sopravvivere, si viveva di natura e si ringraziava la natura vista come “Madre”, una madre amorevole che nutre i suoi figli e gli insegna ad utilizzare le erbe e le pietre; nacque da qui l’importanza di attribuire un’importanza soprannaturale ad eventi inspiegabili.
Il nome di Vecchia Religione le fu attribuito dal Cristianesimo.

wicca111

Poiché l’Antica Religione affondava le sue antiche radici sul culto di antiche divinità e non di un unico Dio, fu col tempo considerata demoniaca e perseguitata per diversi secoli, dal 1200 al 1700, per poi sfumare. Vide la sua massima luce intorno al XIV secolo, in piena Inquisizione, considerata fonte di tutte le cose e madre di tutte le altre credenze, ma vista dal cristianesimo come “un male da estirpare”.
Questa Religione, demonizzata, in realtà utilizzava come strumenti principali la meditazione per l’accrescimento personale e la simbiosi con la natura, con i ritmi delle stagioni e il culto della Dea e del Dio come divinità alla pari e dalla cui unione si generava “il tutto”.
La strega utilizzava pratiche che comprendevano l’uso della magia naturale alla credenza degli spiriti degli antenati. Dopo il periodo dell’Inquisizione le acque si calmarono, ma le streghe rimasero nell’ombra a coltivare la loro Religione, dove tutti erano convinti di averla estirpata, ma mai convinzione fu più errata.
Infatti a metà del XIX secolo l’Antica Religione riapparve, mescolandosi un po’ con elementi del Neodruidismo, con le varie differenze con le Anglosassoni e col culto dei Santi. Prese il nome di Neo-Paganesimo e poi di Wicca, fu presentata ufficialmente con quest’ultimo nome nel 1954 da Gerald Gardner, personaggio sul quale ci sono luci ed ombre su dove abbia appreso le sue informazioni.
Il termine “strega” ha un significato da sempre controverso riguardo alla radice del nome stesso, i significati possono variare, ciò che è certo però è che “Strega” è utilizzato sia al femminile che al maschile, il suffisso in “stregone” è nato dopo per distinguere il maschile dal femminile.
La strega, che sia uomo o donna, utilizza gli insegnamenti della natura per muoversi nel mondo e quando si ha rispetto della natura che ci accoglie, lo si ha anche degli altri, a partire da noi stessi e magari l’Antica Religione diverrà di riscoperta attuale, mi sembra che siamo sulla buona strada.

wicca_birthday_

(Eleonora Monti)

Leave a reply