I Piccoli Popoli

Un regno fatato, un viaggio fantastico in cui regnano spiriti invisibili,
in molti non sanno se credere nella loro esistenza, ma
nell’immaginario collettivo I Piccoli Popoli,cosi definiti, vivono
nella cultura popolare e nelle fiabe dentro ai nostri cuori fin da
bambini. Ma sono solo favole o leggende? E se ci fosse anche qualcosa di
vero? Dunque scopriamo insieme i più importanti personaggi dei Piccoli
Popoli.

-Elfi

Risultati immagini per elfi

Spiriti immortali simili agli uomini sono generalmente di bell’aspetto,
con lunghe orecchie a punta. Non sempre gentili e a volte cattivi e
dispettosi, gli piace ascoltare la musica danzare e cantare.
Riescono ad avere visioni del futuro e praticano la magia, vivono nella
natura ed esistono due tipologie di elfi:
-Dokkalfar elfi delle tenebre
-Liosalfar elfi della luce

-Goblin

Di origine francese appaiono sotto forma di piccoli animali, hanno diverse
qualità come quella di rubare , e in mezzo a loro compaiono i morti.
Spesso malvagi tentano gli uomini con frutti incantati, amanti
dell’agricoltura e delle miniere in cerca di oro.
L’unico modo per gli essere umani di calmare la loro furia è quella di
lasciare a loro del cibo.

-Ninfe

Creature acquatiche con l’aspetto da donna, molto belle amano cantare e
ballare e farsi il bagno nei ruscelli o nei laghi.
Si fanno notare dagli esseri umani durante le ore centrali seducendo con il
loro canto ogni uomo presente, e solitamente un giovane di
bell’aspetto da loro attirato, viene condotto in un maniero di
madreperla e corallo senza piu desiderare di tornare indietro, e infine
risucchiato dalle acque.

-Troll

Nella mitologia nordica sono descritti come esseri mostruosi e malvagi
nemici giurati degli uomini, anche se in altri racconti invece i Troll
appaiono con sembianze buone e simpatiche e sono persino amici degli
uomini.
I troll vivono nelle caverne e cacciano solo di notte si cibano di carne
umana, fisicamente più grandi e forti, il loro unico punto debole è la
luce del sole che li trasforma immediatamente in pietra.

-Gnomi

Con abiti antichi lunga barba bianca e un cappello rosso, gli gnomi sono
alti circa 30 centimetri e vivono immersi nei boschi nascosti nel loro
villaggio.
Abili minatori e orafi, preservano la bellezza della natura, e sono grandi
allevatori di capre e coltivano funghi.

-Gnomi scoperti in Russia!?

Due escursionisti di Sytkyvkar viaggiando nella foresta di Komi in Russia,
hanno dichiarato di aver visto due nani alti circa 50 centimetri che sono
poi fuggiti alla presenza dei due umani, ma nell’inseguirli sono
riusciti a scovare il loro villaggio.
Gli gnomi parlavano un russo molto antico e hanno confessato ai due umani
di un incombente e grave minaccia all’umanità, e che erano pronti a
riferire il tutto personalmente al Pope Ortodosso di Mosca o al Premier
Vladimir Putin.
Il criptozoologo Kratokev dell’università di Kirov, ha dichiarato la
possibile veridicità dei fatti vista la somiglianza di questo avvistamento
con altri avvistamenti nella provincia di Salta, in Argentina, o del
leggendario gnomo con l’ascia.
Per lo scienziato questi ominidi potrebbero essere simili dell’Homo
floreniensis che si trovava sull’Isola di Flores in Indonesia.

-Folletti

Risultati immagini per folletti

I folletti hanno il sangue nero e gli occhi rossi.
Non conoscono la magia ma sono padroni delle arti arcane, sono dispettosi e burloni, amano gli animali.
Vivono nei boschi e nelle case, adorano le belle donne.
I folletti hanno caratteristiche e possiamo trovare doverse tipologie di
folletti:

-Folletti del mare:

Risultati immagini per folletti del mare

Vestiti di azzurro vivono tra le onde, si nascondono tra le navi, sono in
grado di prevenire un pericolo imminente.

-Folletti del bosco:

Abbigliamento completamente di verde proteggono il bosco dagli uomini
malvagi che danneggiano il loro habitat e gli animali.

-Folletti della montagna:

Risultati immagini per folletti della montagna

Vivono nelle grotte e aiutano i montanari, gli piace scolpire sulle rocce.

-Folletto Coboldo:

Risultati immagini per Folletto Coboldo

Molto bizzarro aiuta all’interno delle case, ma se non gli viene
lasciato un dono diventa aggressivo.

-Le Fate

Spiriti magici con le loro ali vivono immerse nella natura, votati al bene
sono sempre pronte a difendere le persone innocenti, hanno il potere di
cambiare aspetto o farlo agli altri, sono gelose dei sentimenti umani cosa
che loro non possiedono.
Le origini delle fate sono numerose c’è chi dice che sono angeli
caduti, altri invece anime di bambini non battezzati, nei vari racconti
popolari ricordiamo le celebri fate delle fiabe Campanellino di Peter Pan
e la Fata Turchina di Pinocchio.

-Le tipologie di Fate:

-Fate dell’aria:

Sono la causa della nebbia e della foschia, si rendono invisibili. Sono
denominate Comeles; invece le Slyphs si tramutano in bellissime fanciulle
e sono chiamate anche le spose del vento.

-Fate dell’acqua:

Immagine correlata

Ci sono varie specie di fate dell’acqua, le ‘ninfe’, i
‘nixies’, le ‘ondine’ e le ‘silfidi’ spiriti
femminili, e per ultimo le ‘pelne’ creature trasformate dalla
magia in colombe.

-Fate della Terra:

-Pixies:

Risultati immagini per pixies folletti

Si riteneva che fossero le anime dei bambini morti prima del battesimo,
sono vestiti di verde e vivono nelle rocce, amano entrare nelle case degli
umani, soprattutto di chi non tiene la casa pulita.

-Driadi:

Definite le ninfe degli alberi o querce, vivono nei boschi e sono
raffigurati come donne libere con la parte inferiore del busto simile a un
tronco d’albero.

-Fate del Fuoco:

Le fiammelle sono di svariate dimensioni, scintille o palle di fuoco, che
in pochi secondi possono generare un’inferno di fuoco.

-I cerchi fatati:

Le fate amano danzare e formano il cosiddetto ‘cerchio delle fate’
che diventa pericoloso per un essere umano perche se viene attratto dal
loro canto celestiale e quindi ipnotizzato, entra nel cerchio senza poter
più riuscire ad uscirne e diventando cosi schiavo nel loro mondo, fino al
termine della loro festa che dura un’intera notte. Lo sciagurato puo
essere salvato se una mano amica lo afferra senza spingersi oltre il bordo
del cerchio.
Per vedere una fata bisogna creare un conduttore che genera vita, come un
giardino con delle casette, vasche per l acqua con piante fiori e
farfalle, poichè le fate sono attratte da questi animali, bisogna girare
per 9 volte intorno al cerchio sotto una notte di luna piena, che viene
adorata da queste creature poichè è considerata la loro Dea. È
sconsigliato cercare ti attirare una fata durante il calendimaggio o ad
halloween, le fate non privilegiano questi periodi e verrebbero spediti i
malcapitati nel regno degli elfi.
Decine di migliaia di cerchi fatati di diametro tra i 2 e i 12 metri si
trovano sparsi in tutto il mondo soprattutto nell’Africa in Namibia
nel NamibRand Nature Reserve dove il biologo americano Walter Tschinkel ha
scoperto che questi cerchi sono dinamici e che quindi hanno un loro ciclo
vitale tra una media di 30 a 60 anni e così come sono apparsi svaniscono
nel nulla.
-Le fate esistono veramente?

Nel 1917 nel Cottingley nel villaggio di Bradford in Inghilterra, due
ragazze: Elsie Wright e Frances Griffiths, scattarono in totale 5 immagini
ritraenti le due cugine accanto a delle fate.
Il caso fece cosi tanto clamore in tutto il mondo che persino il grande
Arthur Conan Doyle il creatore di Sherlock Holmes, credette nella
veridicità delle foto e delle due bambine.
Nel 1982 ormai anziana, Elsie Wright confessò che le foto erano un falso, e
fu ideato il tutto per fare uno scherzo alla madre di Frances per fargli
credere dell’esistenza delle fate.
Le fate erano solamente delle sagome ritagliate da un libro di favole e
incollate su un cartoncino per poi fissarle sul terreno.
Altre foto di probabili fate fotografate ritraggono una creatura alata
molto piccola ritrovata nel Derbyshare in Inghilterra.
Invece un altra notizia fotografica è quella di un docente Universitario di
Manchester John Hyatt che avrebbe scattato delle foto a moltissime fate a
Rossendale Valley Lancashire.

(Simone Giorgi)

Leave a reply