Category Antiche Civiltà

Il regno di Agarthi

Seconda un’antica leggenda esisterebbe un mondo sotterraneo chiamato Agarthi (Agartha), dove vivrebbe il Re assoluto che decide le sorti del mondo.

La teoria che la terra non sia cava deriva da una tesi del 1907 di cui la terra e’ una sorta di palla compatta con dentro un nucleo centrale incandescente che raggiunge i 3000 gradi centigradi composto da minerali come il ferro, silicio e nichel, pero secondo l’ astrofisica e la fisica sarebbe impossibile sostenere questa tesi visto che la massa del nostro pianeta cosi densa e compatta sarebbe tale da attrarre tutti gli altri pianeti del sistema solare risultando paradossalmente più pesante del sole.

Nascosto nel sottosuolo e illuminato da un sole centrale, sarebbe abitato da esseri di diverse razze aliene e civiltà scomparse (Atlantide, Lem...

Read More

La Pietra di Palenque

La cosiddetta Pietra di Palenque è uno dei ritrovamenti archeologici, che più di altri hanno stimolato la “paleoastronautica”,( una parte dell’ archeologia che si basa su eventuali sbarchi sulla Terra in epoche remote, di visitatori extraterrestri, ma non è riconosciuta dalla scienza ufficiale).
Siamo in Messico, nella regione del Chiapas, 150 Km a nord-est di Tuxtla Gutierrez, e qui che si trova la città di Palenque, famosa per un sito archeologico di grande interesse. Qui sono state effettivamente ritrovate, alcune fra le più belle opere di architettura e scultura, che l’antica civiltà Maya abbia mai prodotto.
Era l’aprile del 1840 quando John Stephens e Frederick Chatherwood, (un avvocato americano e un disegnatore inglese), esplorando la giungla dello Yucatan, si sono trovati di...

Read More

La leggenda della finestra sulla roccia

A Cuernavaca la capitale dello Stato di Morelos, uno degli stati più piccoli ma ricchi di storia del Messico, tra la gente di Tepoztlan nella valle sovrastata dal Tepozteco, ancora oggi viene considerata la montagna sacra con una piramide, che era un luogo di pellegrinaggio già per gli antichi Aztechi. In questo angolo di mondo, dove tradizioni antiche e fede attuale si accavallano, sono moltissime le persone di ogni ceto sociale, istruzione ed età che possono raccontare una storia personale legata ai dischi volanti. Sembra che qui molte persone, sia del posto che turisti, riescano a vedere delle luci che solcano i cieli e che sembrano uscire proprio dalle montagne circostanti. La gente li chiama “i pezzetti di Sole”, perché la luce che emanano è spesso arancione-rossastra...

Read More

Le linee di Nazca

L’altopiano di Nazca si trova nel Perù meridionale, si estende su una superficie di circa 500 chilometri quadrati, ed è composto prevalentemente da sabbia e argilla.
Eppure, in questo luogo semi desertico, i misteri sono di casa e ancora oggi rappresentano uno degli enigmi più affascinanti dell’archeologia mondiale.
La civiltà dei Nazca si è sviluppata in questa zona tra il II secolo a.C e il VI secolo d.C e il loro popolo era importante, anche se poco conosciuto.
Una missione italiana li ha studiati a fondo: cosi sappiamo che vivevano in diversi villaggi, erano abili agricoltore, amanti della musica e le loro cerimonie si svolgevano intorno ad una grande piramide di mattoni.
Una piramide, come il resto degli edifici dedicati ai riti sacri, pare che abbiano abbandonato intorno al 150...

Read More

Padre Carlo Crespi e il tesoro della Cueva de los Tayos

Nel 1927, un sacerdote italiano di nome Padre Carlo Crespi (1891-1982) in missione salesiana in Ecuador, mostrò una collezione denominata “biblioteca metallica” con dei manufatti antichissimi e di un valore inestimabile, statuette d’oro, argento, bronzo, scettri, elmi, dischi, placche, e le cosiddette lamine metalliche che raffiguravano dei geroglifici arcaici. Una di queste, era lunga 20 pollici e raffigurava 56 segni scritti come fosse un alfabeto, forse appartenuti ad una antica civiltà.
Il ricercatore Stanley Hall intervisto il Padre e fece vedere nel filmato questo suo tesoro. Notando bene questi manufatti metallici, si nota come se qualcuno, ci volesse lasciare un segno. Segni forse di un popolo antico vissuto tanti anni fa...

Read More

Puerta de Hayu Marca – la porta degli Dei

I nativi peruviani la chiamano la Puerta de Hayu Marca conosciuta da tutti
come la ‘Porta degli Dei’, si tratta di un enorme porta scavata
nella roccia. Si narra che si tratti una specie di Stargate che collega
altre dimensioni al nostro, conducendo dagli antichi astronauti
provenienti dalle stelle.
Questo luogo magico vicino a Lima e presso il lago Titicaca in Perù,
contiene un’energia misteriosa simile a dei forti campi
elettromagnetici inspiegabili, e secondo il mito il nome America deriva da
‘Amaru-ca-ca’ o ‘Ameru’, ‘Ameri-ca’ significa
‘Terra del Serpente’, fondata da un certo Re sacerdote di nome
Aramu Muru o Amaru (serpente/saggezza).

Questo antico Re fu benevolo con le tribù del posto provenendo
dall’antico continente perduto Mu, possedeva immense ricchezze e una
specie di ‘disc...

Read More

Derinkuyu, la civiltà sotterranea degli Dei

Nel 1963 una ristrutturazione avvenuta nella città di Derinkuyu che fa
parte della Cappadocia in Turchia, porta alla scoperta di un regno
sotterraneo antichissimo ad oltre 85 metri di profondità.
All’interno di questa città vennero trovati 13 piani sottoterra con
pozzi di ventilazione, con camere rocciose che contenevano 20.000 persone,
poi si sono scoperti anche centri religiosi, magazzini e stalle per il
bestiame.

Gli archeologi hanno trovato sale da pranzo, cucine, cantine per il cibo,
scuole e saloni e bar, che beneficiavano di un fiume sotterraneo e pozzi
d’acqua completamente pensata per soddisfare ogni tipo di benessere
anche per lunghi periodi di tempo.
L’abilità di supporto ai piani superiori con i pilastri è incredibile
contando che a Derinkuyu la pietra rimane molto morbi...

Read More

Markawasi, la terra degli Dei

In Perù esiste un valle magica chiamata Markawasi, dove possiamo trovare
imponenti montagne sacre con delle vere statue a forma di sculture che
ritraggono delle raffigurazioni sulla vita nella Terra. Un po come il
cosiddetto ‘Monumento all’Umanità’ che raffigura un volto
occidentale e a fianco un’altro volto mediorientale lasciate, come
credono i nativi del posto, da antiche civiltà. Credenza confermata anche
da una particolare energia presente in quel posto, sembra esserci un forte
campo elettromagnetico inspiegabile. Forse è una specie di Stargate con altri mondi?

Risultati immagini per Monumento all'Umanità marcahuasi

Nel 1952 il ricercatore Daniel Ruzo dedicò gran parte della sua vita allo
studio di queste particolari formazioni di rocce rimanendo colpito da tali
opere d’arte di una possibile antica civiltà molto avanzata, mentre i
g...

Read More

La bomba atomica di Mohenjo Daro

Si parla di una città spazzata via da un ordigno nucleare più di 4000 mila
anni fa. Ma come può essere possibile visto che la storia che tutti noi
tragicamente conosciamo è che la prima bomba atomica fu creata dagli
americani nel 1945? La stessa bomba che mise fine alla seconda guerra
mondiale gettate sulle due città: Hiroshima e Nagasaki in Giappone
portando con se morte e distruzione, oltre che le dannosissime radiazioni.
La città di cui parliamo è Mohenjo Daro che significa la ‘collina dei
morti’ in Pakistan distrutta appunto da una terribile esplosione
atomica più di 4000 anni fa a.C, fu questa la conclusione del ricercatore
britannico David Davenport che studio gli scritti Indù e la storia di
Mohenjo Daro per ben 12 anni durante sua lunga carriera di archeologo.

Nel 1979 Da...

Read More